GENNARO SORA

/GENNARO SORA
GENNARO SORA 2017-09-08T16:50:19+00:00

giorcesgennarosora1

Gennaro Sora nasce a Foresto Sparso (provincia di Bergamo) il 18 novembre 1892. Chiamato alle armi sul finire del 1918 , a Ivrea frequenta il corso di allievo ufficiale del 3° Alpini. Sotto tenente di fresca nomina , è assegnato alla 50a Compagnia dell’ ”Edolo”, trasferita, all’inizio delle ostilità, con la 52a , alla Forcellina del Montozzo (ove giungerà la mattina del 24 maggio 1915) Il giorno dopo Sora ha l’incarico di salire all’Albiolo col compito di esplorare le posizioni. Per le temerarie e coraggiose azioni nella conquista di Punta Albiolo e del Torrione dell’Albiolo, è decorato con la medaglia d’argento. Dall’ottobre (1915) , Gennaro Sora è al Lagoscuro e al Castellaccio, con l’obiettivo specifico di addestrare i mitraglieri dell’ “Edolo” per l’azione che sta preparando sulla linea Folgarida – Lares – Cavento : Sora con i suoi mitraglieri andrà all’attacco di Cresta Croce , guadagnando la seconda medaglia d’argento. Coraggioso oltre ogni misura , Gennaro Sora partecipa alla battaglia conclusiva per la conquista di Conca Presena e dei Monticelli. Catturato dagli austriaci riesce a liberarsi buttandosi in un canalone dal versante del Tonale. Il 29 agosto 1918 Sora è promosso Capitano. Il 2 novembre tutto il battaglione “Edolo” si ammassa al Passo del Castellaccio, per scendere il giorno dopo al Passo Paradiso: Gennaro Sora sarà l’ultimo a lasciare la posizione. Il nome di Sora è legato alla tragica avventura della spedizione mobile al Polo Nord (1928) e alla Guerra di Etiopia , ma queste sono vicende che esulano dall’orizzonte della Guerra Bianca. Muore a Foresto Sparso il 23 Giugno 1949.